Tag Archives: Torte farcite

Torta foresta nera





Da grande voglio fare il food-blogger
A dire la verità da grande voglio fare il bambino. E quale miglior modo se non fare quello che ci piace fare, divertendoci. E non è mica facile, sai…! 
Quanta infelicità esiste? E tutto perché si ha sempre quella paura di: 
– dire
-fare
-rischiare
Poi ti accorgi che il tempo passa, e i tuoi desideri sono sospesi a un filo invisibile, sorretti dalla vana speranza di noi, in un giorno diverso, coraggiosi e intrepidi. Ma quel giorno non arriva, rimandiamo all’infinito. 
Non abbiamo i soldi per iniziare. Non abbiamo il tempo. Non abbiamo gli stimoli. 
Ci vorrebbe un giorno un po’ più grande.
Ci servirebbe un giorno nell’isola che non c’è. Un giorno da impavidi guerrieri. 
Il guerriero che conquista i suoi sogni. Lo fa dolcemente, divertendosi, giocando e cantando. Proprio come da bambino… tutto era possibile.
Quel giorno può essere ogni giorno, se lo vuoi. 
Lo vuoi abbastanza? 
Si, ne sono certo. 

Stefano 


Immerso nel totale casino. Un bel casino, però. Il mio appartamento si è trasformato in un laboratorio di pasticceri misto fotografia. Pentole, bastardelle, spatole, spatoline, trepidi, macchine fotografiche sempre con le batterie sotto carica. Un po’ di confusione ci voleva, mi fa sentire bambino. Poi con calme rimetto tutto apposto. Forse…. 
Di libri ce ne sono a valanghe: manuali di pasticceria, tecniche panificatorie, finger-food, fotografia, styling…. Un po’ alla volta li studio tutti. 
Che bello… Stavo pensando: che bello vivere con un obiettivo.
Beh, ritorniamo alle torte. Mi hanno chiesto una torta per una festa, senza dubbio ho detto: ” faccio la foresta nera”. Tutti hanno acconsentito. 
La blcak forest. Bene, iniziamo a fare il pan di spagna al cacao, questa volta ho provato quello di Ernst Knam


Per una tortiera da 20 cm


200 g uova intere
150 g zucchero
85 g farina
45 g fecola
30 g cacao


Molto bene, si inizia montando le uova con lo zucchero , io le ho riscaldate in un pentolino, mescolandole, fino alla temperatura di 40°C ( montano meglio e più in fretta). 
Vanno montate per circa 10-13 minuti. Capirete che sono pronte quando “scriveranno”, cioè saranno quasi fermi, come la panna. Lasciando ricadere un po’ di composto non affonderà immediatamente.
Poi tocca alle polveri, ben setacciate, vanno incorporate in due tre riprese. Mescolate dal basso verso l’alto con delicatezza. 
Cuocete il pan di spagna per circa 35 minuti a 170°C. 
Quando sarà pronto lasciatelo raffreddare bene e poi tagliatelo in tre dischi. Per tagliare bene, muovete la torta tenendo fermo e dritto il coltello. 
Per farcire la torta vi servirà circa 300g di ciliegie snocciolate e  500g di panna da montare. 
Le ciliegie vanno cotte con 50g di zucchero e 30-50 g di maraschino. Non appena inizieranno a bollire potete spegnere e filtrare il succo che userete per bagnare il pan di spagna. 
Quindi, farcite ogni strato con panna e ciliegie. Poi, con una spatola e una tortiera girevole applicate un strato di panna attorno alla torta e mettete in frigo a rassodare. 
Nel frattempo, con un pelapatate, raschiate del cioccolato leggermente intiepidito al microonde. Vi serviranno per ricoprire la torta. 
Quattro ciuffi con la sac a poche, quattro ciliegie candite e la torta è pronta.