Category Archives: Pasticceria lievitata

Panettone (ricetta di Stefano Massaro)

Hai presente la magia del Natale?
Si, è una festa magica.
Lo è perchè l’atmosfera la rende tale.
Candele sempre accese, colori caldi, cioccolato nella tazza.
Se ogni giorno fosse cosi pregno di magia, la vita sarebbe cosi diversa.
Lo sarebbe nell’animo. Lo sarebbe nello spirito.
Per far magia, per muover energia, bisogna essere caldi, vigorosi.
L’anima del mago è una stanza addobbata, con un camino sempre acceso.

1° IMPASTO
400 g farina 300-330W
100 g licoli maturo (rinfrescato tre volte)
175 ml acqua
90 g burro
50 g tuorlo
40 g zucchero
2° IMPASTO
100 g farina 300-330 W
120 g burro
85 g tuorlo
120 g zucchero a velo
10 g sale fino
polpa 1/2 bacca vaniglia bourbon
scorza di 1/2 arancio
scorza di 1/2 limone
15 g miele di acacia

150 g uvetta

70 g arancia candita
1° IMPASTO
Riunite nell’impastatrice il lievito madre, la farina e l’acqua. Impastate in modo da ottenere un impasto omogeneo.
Lentamente versate il tuorlo e lo zucchero.
Quando l’impasto sarà pronto incorporate il burro a pomata.
Ultimate l’impasto che dovrà risultare ben incordato.
Lasciate lievitare per 12 ore a circa 25°C.
CREMA AL BURRO
Dopo aver ultimato l’impasto, preparate la crema al burro con le dosi della seconda ricetta.
Lavorate il burro morbido, in modo da ottenere una crema; lentamente aggiungete lo zucchero a velo e il tuorlo, gli aromi e il miele.
La crema dovrà apparire lucidissima.
Lasciate in frigorifero fino all’utilizzo.
2° IMPASTO
Impastate tutto il primo impasto con un po’ di crema al burro e lentamente versate la farina.
Quando l’impasto prenderà corda aggiungete a piccoli step la crema al burro. Prima di ogni inserimento fate in modo che l’impasto riprendi sempre corda.
Quando l’impasto sarà quasi pronto aggiungete il sale.
Ultimate l’impasto, aggiungete l’uvetta* e l’arancia candita.
Quando sarà pronto, lasciate riposare per 15 minuti, dopodichè formate delle bocce da 1,1 kg. Lasciate puntare 30 minuti.
Pirlate l’impasto e adagiate sul pirottino.
lasciate lievitare per circa 6 -8 ore (molto dipende dalla temperatura e dalla forza del vostro lievito madre).
effettuate un taglio a croce sulla superficie e adagiate una noce di burro.
Infornate a 160°C per circa 70 minuti.

Quando il panettone è pronto, capovolgere subito e lasciare raffreddare a testa in giù per circa 6 ore.

*L’uvetta va’ reidratata in acqua tiepida per circa mezz’ora, poi va’asciugata accuratamente prima dell’utilizzo.

 

 

No Comments
POSTED IN:


Donuts

Nessuno sa cosa c’è aldilà,
aldilà di quello che noi pensiamo,
aldilà di quello che crediamo di essere.
Eppure c’è qualcuno, c’è qualcosa.
Si intravede un bagliore, come un sprazzo,
nel buio più fitto.
Nessuno lo sa, ma basterebbe così poco.
Scalfire, scalfire fino ad arrivare alla verità.
E la verità è cruda, fredda,
come un vento gelido che ti entra nelle ossa.
Ma ti assicuro che è proprio da lì che ricomincerai.
E anche la carna diventerà più robusta.
La passione, gli amori, i dolori.

Stefano (altro…)


Colomba ad un solo impasto

 

Lo so: almeno una volta nella vita hai espresso il desiderio di innamorati. Della persona gusta. E che fosse ricambiato.
Ma poi niente, nessuno si è presentato alla porta di casa tua con un mazzo di fiori in mano.
Forse non ti sei espresso bene, e qualcuno ha frainteso.
CI sono tanti modi di innamorarsi.
Innamorarsi non è un bisogno, altrimenti saresti un mendicante di affetto.
La solitudine che provi è dettata dal disordine e dallo sconforto.
Sei demotivato, triste, qualcuno deve spronarti.
Prenditi a schiaffi, se necessario.
Scrivi quello che non ti va, poi brucialo, come avrebbero fatto in un antico rito pagano.
Per anni hai vissuto nella paura, non puoi pensare di sconfiggerla da un giorno all’altro. Allenati!
Allenati al coraggio.
Ogni giorno compi un’azione coraggiosa. Sarai, cosi, coraggioso.
Ora sei pronto ad innamorarti, lo devi fare con consapevolezza.

Stefano Massaro  (altro…)


Brioche girella

Semplice pasta brioche ricca con uvetta e mandorle, ideale per la colazione homemade. La pasta brioche è una pasta lievitata preparata con ingredienti freschi quali latte, burro e uova. E’ molto importante incordare per bene l’impasto in modo da ottenere una pasta ben sviluppata, leggera e soffice.

Usate burro ammorbidito e aggiungetelo solo dopo aver ottenuto una pasta liscia.
Tenete sempre d’occhio la temperatura dell’impasto che non dovrà superare i 26°C.
Per aromatizzare l’impasto usate aromi naturali come la scorza di agrumi o la polpa della vaniglia.

 

500 g farina 280-300 W
150 ml latte intero
200 g uova intere
150 g zucchero semolato
200 g burro morbido
20 g lievito di birra compresso
9 g sale fino

Impastate la farina, il lievito con il latte e metà delle uova.Quando l’impasto avrà una certa consistenza aggiungete una parte dello zucchero e lentamente le altre uova.
Prima di inserire gli altri ingredienti assicuratevi che l’impasto abbia una certa consistenza.
Versate il sale e lentamente il burro morbido fino a portare l’impasto ad incordatura.
Lasciate puntare l’impasto a 26°C per circa 1 ora.
Stendete l’impasto in modo da ottenere un rettangolo e aggiungete frutta secca, uvetta o creme da farcitura a piacere.
Arrotolate l’impasto in modo da ottenere un cordolo e, aiutandovi con una spatola ritagliate dei ciondoli.
Mettete a lievitare a 26°C fino al raddoppio.
Spennellate la superficie delle brioche con una miscela di tuorlo e latte in egual misura.
Cuocete a 180°C per circa 30 minuti.